Educazione Finanziaria - quellocheconta.it

Repubblica Italiana
Le valute virtuali sono definite come rappresentazioni digitali di valore. Possono essere utilizzate come mezzo di scambio o detenute a scopo di investimento. Alcuni esempi di valute virtuali sono: Bitcoin, LiteCoin, Ripple. La guida, redatta dalla Banca d’Italia, descrive le caratteristiche principali di queste valute e i rischi derivanti dal loro utilizzo. Tra i rischi più comunemente noti ci sono quelli dovuti all’assenza di tutele legali e contrattuali, di forme di controllo e vigilanza e di forme di tutela o garanzia delle somme “depositate”, alla carenza di informazioni e all’elevata volatilità del loro valore. Ricorda che non ci sono dati affidabili sulle valute virtuali.
Scarica la guida