Educazione Finanziaria - quellocheconta.it

Repubblica Italiana

Elisabetta Giacomel

COVIP

Dopo un breve periodo di studio all’estero, mi sono laureata in Economia e Commercio all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e ho conseguito un master in economia all’Università Luigi Bocconi di Milano.

 

All’inizio del mio percorso professionale, ho lavorato in diversi centri di ricerca di società di gestione del risparmio e di investimento di Milano e Roma, occupandomi di analisi economico-finanziarie a supporto delle attività di gestione dei fondi comuni e dei fondi pensione.

 

Lavoro in COVIP dal 2001, svolgendo diverse attività, prevalentemente nell’ambito del Servizio Studi, di cui sono Responsabile dal 2014, dalle attività dell’andamento dei fondi pensione e delle scelte degli aderenti alla partecipazione ai lavori degli organismi internazionali (EIOPA, OECD, IOPS) di cui COVIP è membro. La varietà dei temi seguiti in questi anni mi ha aiutato a sviluppare una visione di sistema e una conoscenza approfondita della previdenza privata, anche in un’ottica internazionale.

 

Recentemente ho preso parte ai lavori di modifica di alcuni aspetti della regolamentazione dei fondi pensione, in particolare, quelli relativi all’informativa agli aderenti. In questo contesto, per un più efficace intervento normativo, abbiamo tenuto in considerazione proprio le esperienze maturate a livello internazionale e predisposto la nuova regolamentazione anche in chiave educativa.

 

Negli ultimi anni, in ambito COVIP abbiamo intensificato le iniziative legate all’educazione previdenziale: abbiamo condotto analisi empiriche e indagini ad hoc; preparato materiale informativo per adulti e studenti; favorito il confronto fra operatori e accademici nonché avviato una rete di collaborazione con le altre Autorità di vigilanza per la realizzazione di iniziative comuni. Riteniamo, infatti, che le attività in materia di educazione previdenziale, insieme all’azione di vigilanza e alla regolamentazione, possano contribuire a tutelare gli aderenti, favorendo scelte più consapevoli.

 

Dopo aver preso parte all’intenso lavoro preparatorio per la definizione di una strategia nazionale per l’educazione finanziaria, come membro del Comitato sono entusiasta di partecipare alla fase di implementazione, anche attraverso il coinvolgimento di nuovi e molteplici interlocutori.