Educazione Finanziaria - quellocheconta.it

Repubblica Italiana

Beta

Per gestire i conti di tutti i giorni

Guarda il video
 

...vivere con oculatezza la quotidianità. La spesa, le bollette, una cena al ristorante o un viaggio e poi, finalmente, lo stipendio. Il primo passo per gestire i conti di casa è fare ordine, capire quali sono le tue entrate e le tue uscite. Alcune di queste possono essere impreviste e devi tenerne conto. Gestire i conti di tutti i giorni, con coscienza e prudenza, è importante per vivere il presente e costruire il futuro con maggiore serenità.

Prendi continuamente decisioni di spesa, talvolta senza accorgertene. Alcune sono piccole cose altre sono più importanti, alcune sono spese fisse, da affrontare ogni mese, come le bollette o l'affitto o il mutuo, altre sono variabili, e spesso, a fine mese, puoi perdere la percezione di come hai utilizzato il tuo denaro. Per trovare un equilibrio tra entrate e uscite, è importante conoscere le une e le altre, tenendo presente che alcune spese non sono rinviabili o eliminabili, così da valutare meglio le tue scelte di consumo personali e famigliari.

Può accadere che le piccole spese di tutti i giorni non vengano neppure registrate dalla nostra memoria, cioè in quella che potremmo definire la nostra contabilità mentale. Capita anche a te? È così che possiamo rischiare di non riuscire a far quadrare i conti. La somma di tanti piccoli importi può incidere considerevolmente sul bilancio settimanale e mensile, personale e famigliare. Tenere un resoconto delle entrate ed uscite sia personale, sia familiare, annotando quando e come spendi, aiuta a gestire meglio le risorse e a valutare quali acquisti sostenere. Può anche rendere più facile capire come risparmiare, per il futuro e anche come costituire una somma a cui attingere in caso di imprevisti. Quando valuti le spese può essere d'aiuto considerare non solo l'entità, ma anche quanto spesso avvengono, concentrandosi sul momento in cui si verifica l'effettiva uscita della somma spesa per avere la liquidità necessaria. Alcuni strumenti di pagamento, come le carte di credito, ti consentono di posticipare il momento dell'esborso del denaro rispetto al momento dell'acquisto; a fronte del vantaggio di poter pagare dopo, bisogna ricordare, però che allo scadere del termine pattuito i soldi, sul conto, ci dovranno essere o si dovranno pagare interessi per prendere a prestito. Ed un bilancio di quello che si ha, attività e debiti, ci aiuta a misurare la ricchezza e a farla crescere

Esistono molti strumenti che possono aiutarti nella gestione dei conti di tutti i giorni. Ma non esiste una soluzione adatta a tutte le situazioni e a tutte le persone. Anzi, per gestire al meglio i tuoi conti avrai probabilmente necessità di utilizzare tanti diversi strumenti, con caratteristiche e potenzialità differenti. Per questo è bene avere chiaro cosa ti aspetti di fare, nei casi specifici e in generale, per individuare cosa meglio corrisponde alle tue esigenze.

Non si tratta di suggerimenti, perché una strategia è valida quando è calata sul singolo caso concreto. Né gli esempi sono esaustivi, perché il mercato è dinamico e sviluppa sempre nuovi strumenti finanziari.

 

Un conto corrente bancario semplifica la gestione del denaro nella quotidianità, ad esempio, attraverso l'accredito dello stipendio con un bonifico periodico o ancora, con l'addebito diretto delle bollette, previa autorizzazione ai tuoi fornitori, che evita l'onere di dover effettuare di persona il pagamento. Il controllo periodico del conto corrente ti permette di gestire al meglio i tuoi soldi, soprattutto se intendi pianificare acquisti futuri.

 

Se le tue esigenze di utilizzo sono molto semplici, puoi optare per strumenti più economici come la carta prepagata ibanizzata (cioè dotata di un codice Iban) o il conto corrente di base, pensato proprio per chi compie periodicamente poche e semplici operazioni e non ha bisogno di molti servizi. La convenienza dell'uno o dell'altro strumento dipenderà anche dal numero di operazioni che effettuerai. Il conto corrente ha dei costi perché la banca offre al cliente una serie di servizi. Per scegliere quello più adatto a te considera le tue esigenze, informati sui servizi e i costi e confronta le diverse offerte. Qualsiasi soluzione sceglierai, con questi strumenti avrai la possibilità di monitorare nel tempo, le tue entrate e le tue uscite.

 

Anche per i tuoi pagamenti hai a disposizione diverse soluzioni. Considera che, a volte, effettuare acquisti in contanti potrebbe non essere la strada più indicata, soprattutto per importi elevati. La legge prevede dei limiti ai pagamenti in contanti: non è consentito pagare o incassare in contanti cifre pari o superiori a 3.000 euro. Inoltre, può essere rischioso tenere molti soldi nel portafogli, sia per il rischio di perdita e di furto. La tecnologia offre numerose soluzioni alternative al contante, ad esempio, le carte di credito che sono molto diffuse e ampiamente accettate dagli esercenti. Gli strumenti alternativi al contante consentono, in un certo senso, di accorciare le distanze perché permettono, con un semplice click, di mandare denaro ai propri cari, anche in un altro paese, o di pagare un acquisto su Internet ricevendo il bene dove si desidera. Bisogna, inoltre, considerare che questi strumenti consentono di monitorare facilmente nel tempo i consumi e di provare, se necessario, i pagamenti effettuati perché rimane traccia dell'operazione che sarà possibile verificare attraverso l'estratto conto. Occorre tuttavia essere attenti ai rischi connessi ai pagamenti online ed ai furti dei dati personali.

Qui trovi gli strumenti che potrebbero essere utili per gestire i conti di tutti i giorni

Bancari e finanziari