Portale dell'Educazione Finanziaria - quellocheconta.it

Header del Portale dell'Educazione Finanziaria - quellocheconta.it

Descrizione dell’evento

L’iniziativa, promossa nell’ambito del “Mese dell’Educazione Finanziaria” e della “World Investor Week”, è rivolta agli studenti delle scuole secondarie di II grado di Reggio Emilia e provincia, e propone la partecipazione allo spettacolo teatrale “Occhio alle truffe!” Finanza in palcoscenico, organizzato dalla Consob.

Si tratta di un progetto sperimentale di educazione finanziaria, che, in linea con l'approccio edutainment, coniuga la rappresentazione teatrale di una vicenda finanziaria significativa con un dibattito dai toni divulgativi sugli insegnamenti più importanti che dalla questa si possono trarre per la tutela di risparmiatori e investitori. L'attore e regista Massimo Giordano interpreta Charles Ponzi, il truffatore italiano che nel 1920 raccolse 15 milioni di dollari da circa 40.000 investitori utilizzando uno schema ancora oggi noto con il suo nome e replicato anche attraverso la posta elettronica e il web.

Alla rappresentazione seguirà un dibattito con gli studenti teso a illustrare i meccanismi psicologici di cui bisogna essere consapevoli e le precauzioni da prendere per evitare di rimanere vittime di una truffa.

L’evento è parte, oltre che del Mese dell’educazione Finanziaria 2019, anche della terza edizione della “World Investor Week" (WIW 2019) o anche "Settimana mondiale dell'investitore" che si celebra da lunedì 30 settembre e domenica 6 ottobre 2019.

Ideata e promossa dall'International Organisation of Securities Commissions (IOSCO), il forum mondiale che raccoglie le autorità di controllo dei mercati finanziari operanti nei vari Paesi, tra cui, per l’Italia, la CONSOB.

 

Come fare per partecipare

Per partecipare è necessario inviare la scheda di adesione allegata entro il 30 settembre 2019 ai seguenti recapiti: e-mail: scuola@feduf.it  - fax: 06 6767.8019

La partecipazione è gratuita e le iscrizioni saranno accolte fino ad esaurimento posti.

Scarica la scheda di adesione

Articolo aggiornato il 02 ottobre 2019